From "Il Mattino 4.0"/

Il Mattino (Caserta), 

[…] anche da imprenditori e tecnici che hanno fortemente creduto nel territorio e che qui hanno deciso di impiantare un’azienda. Proprio come ha fatto Angelo Punzi 40 anni fa a Giugliano o come Angelo Lerro, 34 anni, che da Torino ha deciso di tornare a Caserta, dove è nato, e qui avviare la sua startup. La Gma produce tecnologie avanzate, applicate nei settori della meccanica, della meccatronica e dell’uso di Mems per la realizzazione di piattaforme inerziali. È nata nel 1977, per amore e passione dell’imprenditore Punzi che oggi ne è amministratore unico. Una storia di successo che na- sce e cresce in una delle periferie peggio note alla cronaca. «Restare a Giugliano e nell’area Asi di questo comune – dice Punzi – è una sfida continua tesa a dimostrare, in modo sostanziale, che in un territorio martoriato ci sono realtà di alto contenuto tecnologico, che attraggono cervelli e si impegnano con abnegazione al benessere dei lavoratori e del territorio». Punzi ha puntato su quel territorio e nel maggio 2013 ha ampliato la sua azienda con un nuovo stabilimento di 12.000 metri quadrati, altamente innovativa ed a basso impatto ambientale. L’azienda conta oggi circa 90 addetti ed ha grandi aziende tra i suoi clienti.

Lerro invece in Campania ci è voluto tornare. Si è laureato in ingegneria a Napoli alla Federico II, poi si è dottorato al Politecnico di Torino. Un “cervello” rientrato, insomma. La sua start up, AeroSmart, «si occupa di sviluppare prodotti innovativi nell’ambito avionico, equipaggiamenti di bordo ad alto contenuto tecnologico e prodotti che siano in grado di misurare direttamente e indirettamente alcuni parametri fondamentali per il volo, sia per quello pilotato che per quello autonomo».